Gli U2 prima degli U2
Bono
 
 

Paul David Hewson è nato il 10 maggio 1960 al Rotonda Hospital di Dublino da Bob Hewson e Iris Rankin. La famiglia Rankin viveva nel centro di Dublino, in Cowper Street 10, sua madre, Iris, era la sorella maggiore, era una persona minuta e delicata che si prese la responsabilità di crescere 7 fratelli e sorelle. Bob e Iris abitavano a poca distanza l’uno dall’altra. Bob era cattolico e Iris protestante, ma questo non gli impedì di sposarsi. Bob era il sovrintendente alle poste di Dublino, era una padre severo e tra lui e Bono non c’è mai stato un buon rapporto. Bono ha un fratello maggiore, Norman, di 8 anni più grande. Da piccolo Paul era un ragazzino lentigginoso, difficile da domare, monello e turbolento e questo spiega perché il primo soprannome che gli fu affibbiato in famiglia è stato l’Anticristo. La famiglia Hewson abitava al 10 di Cedarwood Road, un quartiere tutt’altro che tranquillo. Il giovane Paul frequentò le elementari a Inkwell, una piccola scuola della chiesa protestante. Sia Bono che suo fratello furono educati secondo i principi della chiesa protestante d’Irlanda anche se all’epoca in un matrimonio misto era di norma allevare i figli secondo i principi della chiesa cattolica. Bono diventò amico di Guggi quando si chiamava ancora Paul Hewson e lui Derek Rowan ed è dall’età di 3 anni che sono molto legati. Durante la crescita Bono ha sempre avuto la musica intorno a se, prima con sua nonna materna pianista, poi con l’opera, il genere preferito di suo padre, e infine con suo fratello che portava a casa dischi di Jimi Hendrix, degli Who, dei Beatles e di John Lennon. Norman suonava la chitarra e aveva un libro con gli spartiti delle canzoni dei Beatles, così Bono cominciò a suonare la chitarra. Alle superiori Bono trascorse un anno alla scuola St.Patrick, ma poi fu cacciato perché fu beccato a tirare escrementi di cane alla sua professoressa di spagnolo. Così fu mandato alla Mount Temple, cosa che lo fece davvero gioire, solo per il fatto che la Mount Temple era una scuola mista e presto divenne molto popolare tra gli studenti. Nel settembre 1974 ci fu il 50esimo anniversario di matrimonio dei suoi nonni materni e suo nonno, Alec Rankin, durante la notte ebbe un infarto e morì. Iris rimase molto scossa da questo fatto e al funerale del padre si sentì male, ebbe un’emorragia celebrale e morì 4 giorni dopo. Questo fatto shockò moltissimo il giovane Paul che sentì tutto il mondo cadergli addosso, perse interesse per tutto a parte la musica e le ragazze, divenne quasi un bullo a scuola, meditò addirittura il suicidio. Dopo quasi un mese dalla morte di sua madre ricominciò a intendere e volere e le cose ricominciarono ad andare nel verso giusto. Il 1976 fu un ottimo anno per Bono: conobbe Alison Stewart, quella che sarebbe diventata sua moglie, ed entrò nella band. Aveva sentito dire in giro che Larry Mullen cercava musicisti per formare una band e così il suo amico Reggie Manuel lo convinse ad andare a casa di Larry, oltre a portarcelo in moto.

 
The Edge
 
 

Dave Evans è nato l’8 agosto 1961 nel reparto maternità dell’ospedale di barking, nella periferia orientale di Londra da Garvin e Gwenda Evans. Entrambi i suoi genitori sono scozzesi, di Llanelli. Appena sposati si trasferirono a Londra e misero su famiglia. Prima nacque suo fratello Richard, che tutti conoscono come Dick, e poi lui. All’epoca vivevano a Chadwell Heat, ma poi a suo padre venne offerto un lavoro migliore e si trasferirono a Malahide, sobborgo sulla costa non molto lontano da Dublino. Da piccolo Dave era un tipino curioso e desideroso di scoprire il mondo intorno a se, per cui appena poteva scappava di casa col suo triciclo alla scoperta del quartiere. Quando era ancora bambino sviluppò due tipi di accenti, uno che usava per comunicare con la sua famiglia, con una morbida cadenza gallese, e uno che utilizzava per comunicare con gli amici, con cadenza irlandese. All’età di 5 anni gli accadde un fatto molto curioso: la testa cominciò a crescergli fino a raggiungere dimensioni inverosimili, così come i due incisivi davanti. Nel 1963 nacque sua sorella Gillian, ma è con il fratello che ha sempre avuto un legame molto stretto. Dick era un piccolo genio dell’elettronica e insieme a un suo amico costruì dal nulla una chitarra elettrica. Cominciò a interessarsi alla musica nel periodo adolescenziale, quando suo fratello portò a casa un piccolo giradischi mono e i due fratelli cominciarono a comprare dischi in società. Il primo album che acquistarono fu Sgt Pepper Lonely Hearts Club Band. Gwenda sospettò che avessero entrambi orecchio per la musica e così all’età di 7 comprò a Edge una piccola chitarra giocattolo. La prima vera chitarra che entrò in casa Evans fu una chitarra comprata a un banco di beneficenza, per poco più di una sterlina. Dave cominciò così ad appassionarsi a quella chitarra e la suonava ogni momento possibile; nel frattempo la collezione di vinili dei fratelli Evans era aumentata, così come i gusti musicali che ora includevano anche i Led zeppelin, Rolling Stone, Jimi Hendrix, David Bowie, Rory Gallagher e i Taste. Edge cominciò a istruirsi alla scuola pubblica St Andrews insieme a suo fratello e sua sorella, entrambi eccellenti studenti, lo stesso non si poteva dire di Edge, non era un ragazzo tanto propenso allo studio. Quando approdò alla Mount Temple fu un bel cambiamento per lui, e per i primi anni fu molto timido e solitario. All’età di 15 anni fece il suo primo incontro con Bono, anche se già molto prima aveva già sentito parlare di lui, la sua reputazione lo precedeva. L’incontro avvenne durante una pausa pranzo. Bono era in un corridoio con una chitarra che cercava di fare colpo su un paio di ragazze. Quando se ne furono andate le ragazze scambiarono qualche parola. Non scoppiò la scintilla ma Edge non potè fare a meno di notare che suonava la chitarra molto meglio di lui. Un giorno il suo insegnate di musica Albert Bradshaw gli disse che Larry Mullen voleva formare una band e così decise di partecipare insieme al fratello.

 
Adam Clayton
 
 

Adam Clayton è nato a Chinnor, un paesino nell’Oxfordshire, il 13 marzo 1960. Suo padre, Brian Clayton era un pilota della Royal Air Force; quando fu congedato cominciò a lavorare come istruttore di volo a Bigging Hill, per poi passare gradualmente all’aviazione civile. Sua madre lavorava un po’ come hostess e suo padre divenne pilota di quella che sarebbe diventata la British Airways. All’età di 4 anni, suo padre trovò lavoro in Kenya come pilota per la East African Airways. La famiglia Clayton si trasferì così a Naiorobi e Adam ricorda sempre quel periodo della sua vita come periodo davvero felice. Poi suo padre ricevette un’altra offerta di lavoro in Irlanda e così si trasferirono a Malahide, un sobborgo sulla costa a circa 13 km da Dublino. Adam cominciò a frequentare la scuola pubblica locale, ma per lui fu difficile inserirsi in quel contesto sociale, così all’età di 8 anni fu mandato al collegio Castle Park, a Dalkey, dall’altra parte della baia di Dublino. Castle Park era una scuola elementare privata, che preparava alla scuola secondaria pubblica. Adam non reagì bene al collegio: non era interessato allo sport e non era un tipo molto studioso e socievole, e in più si sentiva separato dai suoi genitori, dalla sorella Sindy e dal fratello Sebastian. Già da allora cominciò a interessarsi alla musica, anche se in collegio era proibito. In compagnia di alcuni ragazzi registrava la hit parade della domenica alla radio per poi ascoltarla di notte. Entrò nella Gramophone Society, che si riuniva un paio di pomeriggi a settimana per ascoltare musica classica. A 13 anni cambiò scuola, ancora una volta in un collegio privato irlandese, il St Columba’s College a Rathfarnham. Presto cominciò a frequentare un ragazzo di nome John Leslie, che suonava la chitarra e ascoltava gli Who, i Grateful Dead, Kris Kristofferson, Carole King, Neil Youg, gli Hawkwind, gli Edgar Winter Group, Rory Gallager, i Beatles, i Rolling Stones ed Eric Clapton, cominciando così ad appassionarsi alla musica. John stava cercando di mettere su un gruppo rock e così persuase Adam a suonare il basso. La madre di Adam gli regalò il suo primo basso, un’imitazione Ibanez marrone scuro senza amplificatore. L’anno seguente i genitori di Adam, visto lo scarso interesse del figlio per la studio, decisero che non valeva la pena di mandarlo in una scuola privata, e così lo spedirono alla Mount Temple High School, proprio mentre era sul punto di creare la band. L’estate prima di andare alla Mount Temple, Adam aveva passato l’estate in Pakistan e Afghanistan da un suo amico di scuola Gordon Petherbridge. Approdò quindi alla Mount Temple con un alto spirito di ribellione, non interessandosi allo studio e riuscendo a distinguersi in poco tempo portando thermos di caffè in classe, fumando hashish e girando con un cappotto di montone, occhiali a specchio e un cespuglio biondo in testa. Le ambizioni musicali di Adam sparirono con il trasferimento alla Mount Temple, fino a l giorno in cui gli dissero che un ragazzo di nome Larry Mullen cercava musicisti per formare una band.

 
Larry Mullen Jr
 
 

Lawrence Mullen Jr è nato il 31 ottobre 1961 a Dublino, secondo di 3 figli. Ha una sorella più grande, Cecilia, e ne aveva una più piccola, Mary. La famiglia Mullen abitava in Rosemount Avenue ad Artane, nella zona nord di Dublino. Sua madre da giovane era un’eccellente pianista, ma nella loro casa non c’era tanta musica. Larry cominciò a prendere lezioni di piano all’età di 8 anni, anche se la cosa non gli piaceva molto, visto che non era un ragazzo tanto portato allo studio. Suo padre, Larry Mullen Senior, era un padre molto severo che sapeva imporre la disciplina. Credeva fermamente nel valore dello studio, aveva ricevuto una buona istruzione alla St Joseph’s Chiristian Brother School a Marino ed era uno di quei ragazzi davvero brillanti e intelligenti che si applicavano sia nello studio che nello sport. Larry cominciò a suonare la batteria all’età di nove anni. Un giorno la sua insegnate di pianoforte della scuola di musica di Chatham Row gli disse che non era portato per il pianoforte e gli consigliò di cambiare strumento. Così mentre tornava a casa con la madre sentì da una finestra qualcuno che si esercitava con la batteria e disse alla madre che gli sarebbe piaciuto quello. Avendo speso una fortuna per le lezioni di pianoforte Larry potè frequentare le lezioni di batteria soltanto se se le fosse pagate da solo, e così fece. Nel 1971 si iscrisse alle lezioni di batteria di Joe Bonnie, un percussionista teatrale della vecchia storia. Cominciò così a prendere lezioni; prima era sempre interessato, poi l’interesse cominciò a scemare. Non gli era permesso di suonare la batteria, ma doveva esercitarsi su un pannello di gomma e studiare la teoria musicale, mentre lui voleva solo suonare e basta. Poi Joe, il suo insegnante, morì e la figlia prese il suo posto, ma ormai l’interesse era sparito e cominciò a suonare per conto suo. Allora suo padre gli suggerì di entrare nella Artane Boys Band, dove rimase per tre settimane, finchè non stufò anche di quella. In quel periodo sua sorella Cecilia cominciò a portare a casa dischi degli Stones, di Bowie, Springsteen, Eagles. Cominciò ad ascoltare i batteristi. Il suo disco preferito era “Let There Be Drums” di Nelson. Diventò un fan sfegatato degli Sweet, della Glitter Band e dei T-Rex. Un amico di sua sorella vendeva una batteria prodotta da una fabbrica di giocattoli giapponese che costava dodici sterline e, grazie ai suoi risparmi e l’aiuto di sua sorella riuscì a comprarla. La sistemò in camera sua e quella piccola batteria divenne il suo mondo. Poi suo padre lo introdusse nella Post Office Workers band, la banda dei dipendenti delle poste durante l’estate. All’epoca stava per iniziare la scuola alla Mount Temple. Suo padre voleva che andasse al Chanel College o alla St Paul’s, istituti dove avrebbe dovuto distinguersi nelle materie scolastiche e fare sport. Sostenne gli esami di ammissione a entrambe, ma non gli interessava superarli. Poi sua sorella Mary morì, aveva nove anni e la sua morte fu un trauma fortissimo per tutti loro. Dopo di allora suo padre smise di imporgli la sua volontà e fu mandato alla Mount Temple, dove se la cavò anche piuttosto bene. Fu suo padre a suggerirli di mettere un annuncio sul tabellone della scuola per cercare altri che volevano suonare. Larry aveva intanto cominciato a prendere lezioni con Johnny Wadham, un batterista jazz che suonava in città, ma presto si stancò e la proposta del padre lo convinse a scrivere ormai il leggendario biglietto che più o meno diceva ”Batterista cerca musicisti per formare una band”.

 
Tutto lo Staff ringrazia Marti del tempo e della pazienza che mette per preparare questi speciali!
©U2MARKET.COM 2008-2014 - 2.3 Edition - All Rights Reserved - Ultimo Aggiornamento Mer 23 Apr 2014, 13:47