03 - New Year's Day

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

03 - New Year's Day

Messaggio Da fabio.angioletti il Dom 30 Mag 2010, 02:46

Adam aveva tirato fuori il giro di basso durante un soundcheck. Edge aveva sviluppato il brano al pianoforte e Bono partì con l’idea di scrivere una canzone d’amore, e si ritrovò a scrivere di Lech Wałęsa, fondatore del movimento polacco Solidarność.

Il Niezależny Samorządny Związek Zawodowy “Solidarność” (Sindacato Autonomo dei Lavoratori "Solidarietà") è un sindacato fondato in Polonia nel settembre 1980 in seguito agli scioperi nei cantieri navali di Danzica e guidato inizialmente da Lech Wałęsa (premio Nobel per la pace nel 1983 e successivamente presidente della repubblica negli anni 1990-1995). Nel corso degli anni ottanta Solidarność ha agito inizialmente come organizzazione sotterranea, ma presto si è imposta come movimento di massa e luogo fondamentale di incontro delle opposizioni di matrice cattolica e anticomunista al governo centrale. La sua fondazione ha costituito un evento fondamentale nella storia non solo polacca, ma dell'intero blocco comunista. Più fattori sono alla base del suo successo iniziale: il supporto di un gruppo di intellettuali dissidenti Comitato di Difesa degli Operai (Komitet Obrony Robotników o KOR), ma soprattutto la scelta non-violenta e la capacità di far leva sul genuino e popolare sentimento cattolico del popolo polacco. Lo stesso Papa Giovanni Paolo II (polacco di nascita) appoggiò fortemente tale movimento dell’amico Lech. Disse il Papa l’11 novembre del 1996 ai rappresentanti del movimento: «Miei cari, la giornata odierna mi riporta alla mente la prima visita della delegazione di “Solidarnosc” a Roma, nel gennaio del 1981, poco dopo la sua nascita, e poi il mio soggiorno a Danzica-Zaspa, durante il mio terzo pellegrinaggio in Polonia. Dissi allora che il sindacato “Solidarnosc” era una grande causa. Quello storico slancio degli operai polacchi, compiutosi sedici anni fa nella terra polacca resta impresso nelle pagine della storia contemporanea. Proprio grazie al solidale contegno dei lavoratori avvennero, nel 1989, radicali cambiamenti sociali e politici nel nostro continente, portando di conseguenza la libertà, la sovranità e l’indipendenza alla Polonia e alle nazioni dell’Europa Centrale dopo i lunghi decenni del regime totalitario instaurato dal sistema comunista. La Polonia e l’Europa si trovarono allora di fronte ad una realtà nuova e ad una grandissima occasione storica. Non ci è lecito dimenticarlo. L’idea di “Solidarnosc” appartiene al patrimonio polacco; è un bene riscattato con il sacrificio, la sofferenza, e perfino con la vita di molti. Non possiamo sciupare questo bene. Esso va continuamente moltiplicato per radicarsi stabilmente nel terreno dei cuori polacchi e nella consapevolezza di queste e delle future generazioni». Nato sulla base di diversi comitati di sciopero, ha nel tempo aggregato molte altre associazioni venendo a costituire una federazione di sindacati. Alla fine del 1981 contava già nove milioni di iscritti. Attraverso scioperi, contestazioni e altre forme di dissenso politico e sociale, attuate sempre nel rispetto della scelta non-violenta, Solidarność mirava alla destabilizzazione e allo smantellamento del monopolio del partito unico di governo. Nel 1989 il movimento cattolico venne riconosciuto ufficialmente e poté partecipare alle elezioni politiche, riscuotendo una schiacciante vittoria e stimolando la nascita di rivoluzioni pacifiche negli altri paesi del blocco comunista. Alla fine dell'agosto 1989 iniziò a guidare una coalizione di governo e Lech Wałęsa, divenuto capo dello stato l'anno successivo, si dimise dalla guida del movimento.

Quando Bono scrive il testo il movimento aveva sfidato il regime comunista in Polinia, la prima volta dalla nascita della Cortina di Ferro. In seguito a una serie di scioperi, nel dicembre dell’81 il capo del partito comunista polacco, il generale Jaruzelski, impose la legge marziale. Solidarność venne messa al bando e i suoi leader, fra cui Wałęsa, vennero arrestati.
Proprio quando Wałęsa è in prigione, il testo di New Year’s Day inizia ad essere scritto da Bono pensando a lui e alla moglie Danuta: «Mentre scrivevo quelle parole, il mio pensiero era per Wałęsa, vedevo lui in piedi nella neve, pensavo al suo arresto, all’impossibilità della moglie di vederlo, ma anche ai lavoratori di Solidarność che si riunivano per discutere. Poi, dopo che avevamo registrato la canzone, successe una cosa incredibile: la Polonia annunciò che avrebbe abolito la legge marziale. A partire dal giorno di Capodanno».

Il testo parte così:

“All is quiet on New Year's Day.
A world in white gets underway.
I want to be with you
Be with you night and day.
Nothing changes on New Year's Day.
On New Year's Day.

I... will be with you again.
I... will be with you again.”

(Tutto è tranquillo a Capodanno.
Un mondo in bianco si mette in moto.
Io voglio essere con te
Essere con te giorno e notte.
Nulla cambia a Capodanno.
A Capodanno.

Io... sarò di nuovo con te.
Io... sarò di nuovo con te).

Lech Wałęsa verrà liberato il 14 novembre del 1982, tornerà a lavorare ai cantieri di Danzica in un regime di semilibertà e tenuto sotto stretta osservazione dai quadri comunisti polacchi. Bono parla come se fosse Wałęsa stesso a parlare, in un dialogo a distanza con la moglie, sempre nei suoi pensieri:

“Under a blood-red sky
A crowd has gathered in black and white
Arms entwined, the chosen few
The newspaper says, says
Say it's true, it's true...
And we can break through
Though torn in two
We can be one.

I... I will begin again
I... I will begin again.”

(Sotto un cielo rosso sangue
Una folla si è radunata in bianco e nero
A braccia conserte, i pochi eletti
Il giornale dice, dice
Dice che è vero, è vero ...
E noi possiamo fare breccia
Anche se rotti in due
Noi possiamo essere tutt'uno.

Io... io ricomincerò
Io... io ricomincerò).

I tempi stavano cambiando e il testo lo ribadisce:

“Oh, oh. Oh, oh. Oh, oh.
Oh, maybe the time is right.
Oh, maybe tonight.
I will be with you again.
I will be with you again.

And so we are told this is the golden age
And gold is the reason for the wars we wage
Though I want to be with you
Be with you night and day
Nothing changes
On New Year's Day
On New Year's Day
On New Year's Day.”

(Oh, oh. Oh, oh. Oh, oh.
Oh, forse è il momento giusto.
Oh, forse questa notte.
Io sarò di nuovo con te.
Io sarò di nuovo con te.

E così ci hanno detto che questa è l'età dell'oro
E l'oro è la ragione delle guerre che facciamo
Comunque io voglio stare con te
Stare con te notte e giorno
Nulla cambia
A Capodanno
A Capodanno
A Capodanno).

Il 10 dicembre 1983, a Oslo, Danuta Wałęsa raggiunge tra gli applausi il palco del palazzo di Oslo per ritirare il Nobel per la Pace consegnato a suo marito. Lì legge un breve discorso a nome di Lech: «Onorevoli rappresentanti del popolo norvegese, credo siate al corrente dei motivi per cui non posso essere di persona lì con voi per ritirare questo premio così importante. Anche in questo giorno solenne il mio posto è infatti tra le persone con cui sono cresciuto e a cui appartengo: i lavoratori di Danzica».
Nel 1990 Lech Wałęsa diverrà il presidente della Polonia (dopo una schiacciante vittoria elettorale) governando per cinque anni la nazione che aveva tentato di eliminarlo. L’aeroporto di Danzica prenderà il suo nome. Oggi Lech e Danuta vivono a Varsavia, hanno sessantasei anni, otto figli e molti nipoti.

New Year’s Day è il primo singolo di War, esce come 45 giri nel gennaio del 1983, un mese prima del disco, e diventa inaspettatamente il primo grande successo degli U2: prima arriva nella top 10 inglese, poi anche in quella americana.




_________________


And love is not the easy thing
The only baggage you can bring
Is all that you can't leave behind


There is a light don't let it go out

REJOICE

VISION OVER VISIBILITY

Grace makes beauty out of ugly things
avatar
fabio.angioletti
Soul Rockin' Fan
Soul Rockin' Fan

Maschile
Numero di messaggi : 6920
Età : 31
Località : Albino (Bg)
Umore : THE GOAL IS SOUL
Data d'iscrizione : 08.07.09

http://www.amazon.it/Viaggi-di-Versi-7-ebook/dp/B00CO9R45O/ref=s

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum