12 - Wake Up Dead Man

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

12 - Wake Up Dead Man

Messaggio Da fabio.angioletti il Lun 12 Ago 2013, 16:47

“Jesus, Jesus help me
I'm alone in this world”

(Gesù, Gesù aiutami
Sono solo in questo mondo)

Con questa invocazione inizia l’ultimo brano di Pop. Il titolo viene tradotto in "Alzati e cammina". Il passo evangelico citato è tratto dall’evangelista Giovanni:

“Quando Gesù arrivò, trovò Lazzaro che già da quattro giorni era nel sepolcro. Betània distava da Gerusalemme meno di tre chilometri e molti Giudei erano venuti da Marta e Maria a consolarle per il fratello. Marta dunque, come udì che veniva Gesù, gli andò incontro; Maria invece stava seduta in casa. Marta disse a Gesù: «Signore, se tu fossi stato qui, mio fratello non sarebbe morto! Ma anche ora so che qualunque cosa tu chiederai a Dio, Dio te la concederà». Gesù le disse: «Tuo fratello risorgerà». Gli rispose Marta: «So che risorgerà nella risurrezione dell'ultimo giorno». Gesù le disse: «Io sono la risurrezione e la vita; chi crede in me, anche se muore, vivrà; chiunque vive e crede in me, non morirà in eterno. Credi questo?». Gli rispose: «Sì, o Signore, io credo che tu sei il Cristo, il Figlio di Dio, colui che viene nel mondo». Dette queste parole, andò a chiamare Maria, sua sorella, e di nascosto le disse: «Il Maestro è qui e ti chiama». Udito questo, ella si alzò subito e andò da lui. Gesù non era entrato nel villaggio, ma si trovava ancora là dove Marta gli era andata incontro. Allora i Giudei, che erano in casa con lei a consolarla, vedendo Maria alzarsi in fretta e uscire, la seguirono, pensando che andasse a piangere al sepolcro. Quando Maria giunse dove si trovava Gesù, appena lo vide si gettò ai suoi piedi dicendogli: «Signore, se tu fossi stato qui, mio fratello non sarebbe morto!». Gesù allora, quando la vide piangere, e piangere anche i Giudei che erano venuti con lei, si commosse profondamente e, molto turbato, domandò: «Dove lo avete posto?». Gli dissero: «Signore, vieni a vedere!». Gesù scoppiò in pianto. Dissero allora i Giudei: «Guarda come lo amava!». Ma alcuni di loro dissero: «Lui, che ha aperto gli occhi al cieco, non poteva anche far sì che costui non morisse?».
Allora Gesù, ancora una volta commosso profondamente, si recò al sepolcro: era una grotta e contro di essa era posta una pietra. Disse Gesù: «Togliete la pietra!». Gli rispose Marta, la sorella del morto: «Signore, manda già cattivo odore: è lì da quattro giorni». Le disse Gesù: «Non ti ho detto che, se crederai, vedrai la gloria di Dio?». Tolsero dunque la pietra. Gesù allora alzò gli occhi e disse: «Padre, ti rendo grazie perché mi hai ascoltato.Io sapevo che mi dai sempre ascolto, ma l'ho detto per la gente che mi sta attorno, perché credano che tu mi hai mandato». Detto questo, gridò a gran voce: «Lazzaro, vieni fuori!». Il morto uscì, i piedi e le mani legati con bende, e il viso avvolto da un sudario. Gesù disse loro: «Liberàtelo e lasciàtelo andare»” (Gv 11, 17-44).

Nella traduzione precedente proprio in questo brano si trovava il versetto più breve dell’intera Bibbia: “Gesù pianse” (Gv 11, 35), per indicare la profonda umanità e compassione del Nazareno. Inoltre il comando rivolto a Lazzaro era proprio quel “Alzati a cammina!” ripreso per il titolo della canzone.

Essa era nata durante le sessions di Zooropa con il titolo The Dead Man come ricorda Adam:

“Wake Up Dead Man era avanzata a Edge dalle sedute di registrazione di Zooropa. Era un grande pezzo rock gotico, che non sembrava adatto a quest’album. Verso la fine delle registrazioni lo rispolverammo, lo semplificammo radicalmente e ne facemmo una versione elettrica molto spoglia. È una canzone davvero incisiva”.

Come Lazzaro, anche l'uomo moderno ha bisogno di un nuovo miracolo per affrontare le incertezze che lo affliggono. Sta perdendo la fede nella salvezza e fatica ad ascoltare la voce della verità attraverso tutti i "disturbi" del mondo terreno:

“listen to your words they'll tell you what to do
listen over the rhythm that's confusing you
listen to the reed in the saxophone
listen over the hum in the radio
listen over sounds of blades in rotation
listen through the traffic and circulation
listen as hope and peace try to rhyme
listen over marching bands playing out their time
wake up wake up dead man”

(Ascolta le tue parole ti diranno cosa fare
Ascolta sopra il ritmo che ti sta confondendo
Ascolta l’ancia nel saxofono
Ascolta oltre il ronzio della radio
Ascolta oltre i suoni di ventole che girano
Ascolta attraverso il traffico e la circolazione
Ascolta come la speranza e la pace provino di rimare
Ascolta sopra alle bande che marciano mantenendo il loro ritmo
Svegliati, svegliati uomo morto)

Edge così commenta l’ultima traccia dell’album:

“parla di come mi sentivo in quel momento. Ossia, in quello che definirei uno dei punti più bassi della mia fede spirituale. Io inventai la prima strofa e il ritornello e Bono scrisse il resto”.

Fa eco Bono, che compara la canzone ad un possibile Salmo:

“in realtà rientra nella tradizione dei Salmi di Davide, che propongono un onesto dialogo con Dio. Mi sono sempre chiesto perché Dio amasse tanto Davide. Probabilmente per l’onestà, suppongo. Perché in molti salmi Davide sbotta: “Dove sei quando c’è bisogno di te? E ti definisci Dio? Guarda, sono circondato da nemici. Tu mi hai cacciato in questa situazione, tiramene fuori!”. È molto diretto. Credo sia molto importante avere la sensazione di potersi rivolgere a Dio in qualsiasi condizione ci si trovi, che sia devozione o rabbia. Sentimenti entrambi presenti in questa canzone”.

Riprende il chitarrista:

“Un album che inizia con la luminosa promessa di Discotheque si chiude con la buia notte dell’anima di Wake Up Dead Man. Il che riflette la storia della realizzazione dell’album. Parte con un concetto d’evasione e poi, lentamente, quasi come l’arrivo dell’alba il mattino dopo, finisce con il rendersi conto che non ci sono vie di fuga e col ritrovarsi nella triste realtà. Il primo verso di quella canzone l’ho scritto nella mia auto, mentre percorrevo il vialetto che porta alla mia casa di Dublino; era l’alba, e stavo rientrando tutto solo. “Jesus, Jesus help me, I'm alone in this world and a fucked up world it is too”. È davvero questa la condizione di noi tutti. Si è soli, anche in mezzo alla folla. Qualsiasi cosa facciamo, in ultima analisi, riguarda solo noi stessi e il Creatore”.


Ecco il testo dell’ultima traccia dell’album Pop:

“Jesus, Jesus help me
I'm alone in this world
and a fucked up world it is too
tell me, tell me the story
the one about eternity
and the way it's all gonna be
WAKE UP WAKE UP DEAD MAN
WAKE UP WAKE UP DEAD MAN
Jesus, I'm waiting here boss
I know you're looking out for us
but maybe your hands aren't free
your Father, He made the world in seven
He's in charge of Heaven
will you put in a word for me
WAKE UP WAKE UP DEAD MAN
WAKE UP WAKE UP DEAD MAN
listen to your words they'll tell you what to do
listen over the rhythm that's confusing you
listen to the reed in the saxophone
listen over the hum in the radio
listen over sounds of blades in rotation
listen through the traffic and circulation
listen as hope and peace try to rhyme
listen over marching bands playing out their time
WAKE UP WAKE UP DEAD MAN
WAKE UP WAKE UP DEAD MAN
Jesus, were you just around the corner?
did You think to try and warn her?
or are you working on something new?
if there's an order in all of this disorder
is it like a tape recorder?
can we rewind it just once more?
WAKE UP WAKE UP DEAD MAN
WAKE UP WAKE UP DEAD MAN”

(Gesù, Gesù aiutami
Sono solo in questo mondo
Ed è anche un mondo incasinato
Raccontami, raccontami la storia
Quella sull’eternità
Ed il modo in cui tutto andrà
Svegliati, svegliati uomo morto
Svegliati, svegliati uomo morto
Gesù, sto aspettando qui, capo
Lo so che stai vegliando su di noi
Ma forse le tue mani non sono libere
Tuo Padre, ha creato il mondo in sette giorni
Lui comanda in Paradiso
Ci metterai una parola per me ?
Svegliati, svegliati uomo morto
Svegliati, svegliati uomo morto
Ascolta le tue parole ti diranno cosa fare
Ascolta sopra il ritmo che ti sta confondendo
Ascolta l’ancia nel saxofono
Ascolta oltre il ronzio della radio
Ascolta oltre i suoni di ventole che girano
Ascolta attraverso il traffico e la circolazione
Ascolta come la speranza e la pace provino di rimare
Ascolta sopra alle bande che marciano mantenendo il loro ritmo
Svegliati, svegliati uomo morto
Svegliati, svegliati uomo morto
Gesù, eri proprio dietro l’angolo?
Pensasti di provare ad avvertirla?
O stai già lavorando a qualcosa di nuovo?
Se c’è un ordine in tutto questo disordine
E’ come un registratore a nastro?
Possiamo riavvolgerlo solo un’altra volta ?
Svegliati, svegliati uomo morto
Svegliati, svegliati uomo morto)




_________________


And love is not the easy thing
The only baggage you can bring
Is all that you can't leave behind


There is a light don't let it go out

REJOICE

VISION OVER VISIBILITY

Grace makes beauty out of ugly things
avatar
fabio.angioletti
Soul Rockin' Fan
Soul Rockin' Fan

Maschile
Numero di messaggi : 6920
Età : 31
Località : Albino (Bg)
Umore : THE GOAL IS SOUL
Data d'iscrizione : 08.07.09

http://www.amazon.it/Viaggi-di-Versi-7-ebook/dp/B00CO9R45O/ref=s

Tornare in alto Andare in basso

Re: 12 - Wake Up Dead Man

Messaggio Da fabio.angioletti il Lun 12 Ago 2013, 16:49

Live (PopMart Tour):


Live acustica allo Slane Castle:



_________________


And love is not the easy thing
The only baggage you can bring
Is all that you can't leave behind


There is a light don't let it go out

REJOICE

VISION OVER VISIBILITY

Grace makes beauty out of ugly things
avatar
fabio.angioletti
Soul Rockin' Fan
Soul Rockin' Fan

Maschile
Numero di messaggi : 6920
Età : 31
Località : Albino (Bg)
Umore : THE GOAL IS SOUL
Data d'iscrizione : 08.07.09

http://www.amazon.it/Viaggi-di-Versi-7-ebook/dp/B00CO9R45O/ref=s

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum