Rolling Stone: 'Gli U2 onorano B.B.King, Bono prende in giro Edge'

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Rolling Stone: 'Gli U2 onorano B.B.King, Bono prende in giro Edge'

Messaggio Da Bono979 il Lun 18 Mag 2015, 22:56

Otto aspetti che gli U2 hanno cambiato per la seconda serata dell'iNNOCENCE + eXPERINCE Tour.

L'iNNOCENCE + eXPERINCE Tour degli U2 stava quasi per concludersi in modo estremamente prematuro prima della fine della serata d'apertura, quando The Edge ha avuto una brutta caduta in mezzo al pubblico; durante il secondo spettacolo consecutivo alla Rogers Arena di Vancouver, Bono si è unito alle molte persone che oggi, su Internet, hanno fatto battute sull’incidente. “Qualcuno ha detto che Edge si fosse gettato in mezzo al pubblico, senza chiedere il permesso“, ha detto. “Ho pensato che è stato grandioso.

Considerando che questo è stato solo il secondo spettacolo di un tour che utilizza un palco incredibilmente complesso e moltissime canzoni nuove, il gruppo avrebbe potuto facilmente andare sul sicuro replicando la serata d’apertura, ma hanno scelto di cambiare. Ecco gli otto aspetti in cui la serata è stata modificata:

Hanno onorato B.B.King. Era sicuro che gli U2 avrebbero trovato un modo per onorare la leggenda del blues con cui hanno registrato e fatto un tour insieme negli anni ’80 [Lovetown Tour ndr], diventando molto amici. [Il tributo] è arrivato alla canzone numero quindici quando si sono trasferiti sul palco B. “E’ un’occasione molto speciale per chi ama il blues“, ha detto Bono alla folla. “Perché questo è il giorno in cui il mondo dice addio al grande B.B. King. Questa è un’occasione davvero speciale.” Hanno poi eseguito When Loves comes to town per la prima volta dopo 23 anni [l’ultima volta fu a Dublino il 28 Agosto 1993 ndr]. Sentendo la linea vocale di Bono coprire tutte le parti appartenute a King è stato un triste rimando al fatto che B.B. se n’è fosse andato davvero. “Wow“, ha detto Bono alla fine. “Il brivido non andrà mai via.”


Hanno rivisto le prime canzoni. Come nella prima serata hanno aperto con The Miracle (Of Joey Ramone), ma questa volta sono passati subito a Vertigo dopo aver eliminato Out of Control. Hanno eseguito California (There Is No End To Love), che non era stata eseguita la sera precedente. Out of Control è uno dei pochi brani intensi, [del primo periodo della band], che hanno fatto finora, quindi è stata una delusione vederlo escluso. Detto questo, California (There Is No End to Love) ha funzionato a meraviglia. E’ stata una saggia sostituzione per The Troubles, brano di Songs of Innocence che non ha reso bene al primo concerto e così non è stata riproposta.

Rattle and Hum è arrivato sul palco secondario. La parte centrale dello show presenta [l’esecuzione di] molte canzoni sulla passerella che collega il palco principale al palco B. Questa parte è particolarmente coreografica e le canzoni si uniscono tra loro tematicamente, quindi è improbabile che subisca cambiamenti nel proseguo del tour. Quando l’intera band giunge al palco B, tuttavia, sono stipati in uno spazio piuttosto ristretto e sono svincolati dagli schermi. Questo dà loro la libertà di suonare praticamente tutto ciò che vogliono. Alla serata di apertura c’era The Sweetest Thing e Desire, ma in questo spettacolo c’è stata la già citata When Loves Comes to Town insieme a Angel of Harlem, due gemme da Rattle and Hum che hanno avuto l’intero pubblico [al seguito], cantando insieme ogni singola parola. Speriamo che continuino a utilizzare questa parte delle serate per tirar fuori rarità.

Bono si e’ lasciato portare come un bambino da un fan. È consuetudine ad un concerto degli U2 che Bono prenda [sul palco] una donna per ballare , ma, durante Mysterious Ways, ha afferrato un ragazzo super esaltato che indossava una t-shirt con soprascritto “Mr. The Edge” e un turbante, e lo ha portato in passerella. Bono imitava molte delle pazze movenze del fan mentre cantavano faccia a faccia, quando il tizio ha letteralmente sollevato Bono come un bambino portandolo sul palco B. Il cantante non ha battuto ciglio ed ha anche cantato una parte della canzone fra le braccia del ragazzo. Quest’ultimo avrà una storia da raccontare per molto, molto tempo.

Gli encores sono iniziati con una grande canzone inaspettata. Se ci fosse stata una specie di scommessa su un’ipotetica setlist degli U2, e qualcuno avesse scelto l’intenso brano del 2004 Miracle Drug per iniziare gli encores, avrebbe probabilmente vinto 10.000 punti. [La band] non aveva più toccato il brano dal 2005, tuttavia – nel corso della parte finale dell’attuale show – si è perfettamente integrato con l’impegno pubblico di Bono sulla necessità di ottenere farmaci essenziali contro l’AIDS nel Terzo Mondo. E’ stato inoltre un buon segnale che gli U2 possono usare qualunque canzone dal loro catalogo e “giocare facile”, quindi forse un giorno avremo finalmente Acrobat o Drowning Man.

Hanno suonato “Bad”. Questo brano del 1984, sulla tossicodipendenza, è una delle migliori canzoni dal vivo del catalogo degli U2, ma negli ultimi anni è diventata un pò rara. Su 110 date del 360° Tour, Bad ha fatto solo 14 apparizioni, per cui le note d’apertura hanno trasmesso un’ondata di gioia tra il pubblico. Bono ha cantato dal palco B, mentre il resto della band suonava sul lato opposto dell’arena. Era assolutamente magnifico, forse la parte migliore di tutta la serata. E’ un po’ come i Grateful Dead e “Dark Star”. Sapevano che se l’avessero suonata troppo spesso, la stupenda melodia avrebbe perso la sua energia, così l’hanno usata solo in occasioni speciali.

Hanno cambiato il brano di chiusura. La serata d’apertura si concluse con I still haven’t found what i’m looking for, e con la caduta di Edge giù dal palco, quindi [per la band] era giusto ripensare a quella parte della serata. Questa volta si è optato per One che era assente alla serata d’apertura e, per la prima volta, da un concerto degli U2 da quando la canzone fu scritta. Bono di solito suona la chitarra in questo pezzo, ma l’incidente subito non glielo permette. The Edge ha gestito da solo tutte le parti di chitarra, senza alcuna difficoltà.

Bono ha scortato con attenzione The Edge fuori dal palco. Dopo gli inchini finali, la band ha sfilato lungo la passerella ed è uscita dal palco B. Non volendo perdere un’altra occasione per deridere con garbo il suo amico, Bono ha messo un braccio intorno ad Edge ed hanno camminato insieme. “Penso“, ha detto Bono, “che dobbiamo camminare insieme ad Edge.” Dopo cinque settimane di prove a Vancouver , la band sarà ora a San Josè, California, e poi nel resto del mondo.

Fonte | Rollingstone.com
Traduzione | Daniela Mattei / Gabriel Cillepi
Foto | U2Start.com





avatar
Bono979
Quello che non si arrende mai (o quasi!)
Quello che non si arrende mai (o quasi!)

Maschile
Numero di messaggi : 31135
Località : ...
Umore : Altalenante
Data d'iscrizione : 13.02.08

http://www.u2market.com

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum